Sostegno Psicologico e Sociale per richiedenti e titolari di protezione internazionale, vittime di tortura e violenza

Il progetto “S.P.E.S.2 – Sostegno Psicologico e Sociale per richiedenti e titolari di protezione internazionale, vittime di tortura e violenza” ha iniziato lo scorso 1° luglio la seconda annualità di attività.

Dopo la presentazione dei risultati del primo anno avvenuta il 26 giugno 2013, la Caritas di Roma assicurerà per i prossimi 12 mesi la prosecuzione delle attività iniziate su tre distinte Linee di Azione, integrate e modulari: accoglienza residenziale, orientamento ed accompagnamento socio-abitativo; attività di promozione e riabilitazione psicofisica attraverso interventi specializzati di etnopsichiatria; orientamento ed accompagnamento all’istruzione, alla formazione e al lavoro.

L’iniziativa è promossa dalla Caritas diocesana di Roma attraverso l’ente gestore Cooperativa Roma Solidarietà in collaborazione con il Centro Astalli dei Padri Gesuiti, ed è cofinanziata dal Fondo Europeo per i Rifugiati nell’ambito dell’Annualità 2012 (PROG.100459, FER AP 2012, Azione 5).
Scheda presentazione SPES 2 (II mod)