Conclusa l’iniziativa co-finanziata dal Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini di Paesi Terzi, in 92 hanno frequentato i corsi di italiano

copertina_D'AccordoIl 30 giugno 2014 si conclude il progetto «D’ACCORDO: sperimentazione di percorsi di apprendimento linguistico e civico per stranieri cittadini di paesi terzi» (PROG.103242, FEI AP 2012 Azione 1), promosso dalla CRS-Caritas di Roma in partenariato con l’Associazione Centro Astalli di Roma, con l’obiettivo di favorire la conoscenza della lingua e cultura italiana e della comprensione dei doveri e diritti derivanti dalla Costituzione e dalle leggi del Paese, in vista di una piena integrazione linguistica e socio-economica dei cittadini stranieri di Paesi Terzi.

Iniziato il 1° settembre 2013, il progetto – che si è articolato in due fasi – ha offerto ai partecipanti quattro percorsi di apprendimento linguistico L2 di diverso livello a partire dalla pre-alfabetizzazione fino al livello A2, con la finalità specifica di favorire lo sviluppo delle competenze di base di italiano, innalzare i livelli di istruzione, incrementare le competenze chiave di cittadinanza per facilitare l’accesso alla cultura italiana e sviluppare la capacità di imparare in autonomia l’italiano in un contesto di apprendimento spontaneo.

In collaborazione con il 21° CTP “I.C. A. Gramsci” e lo Sportello Unico per l’Immigrazione di Roma sono state organizzate due sessioni di formazione e informazione civica valide per l’assolvimento degli obblighi previsti dall’Accordo di Integrazione (DPR.179/2011).

Alla fine del progetto sono stati raggiunti dalle attività di formazione linguistica e civica complessivamente 92 cittadini stranieri di paesi terzi, di cui 40 uomini e 52 donne. La nazionalità prevalente è il Bangladesh seguito da India, Filippine, Sri Lanka ed Egitto. Tutti gli indicatori progettuali sono stati rispettati ed in alcuni casi anche superati.

Per maggiori dettagli si rimanda al Rapporto finale di attività