Il programma degli incontri diocesani nei Settori con i vescovi ausiliari

Nuova immagineCommuovere è un verbo che indica una partecipazione emotiva e affettiva, verso qualcosa o qualcuno, che suscita sentimenti di intensa e appassionata adesione. Un’azione che prende visceralmente e mette in movimento i nostri sentimenti più profondi; che ci fa toccare corde dell’animo spesso inesplorate. Ma allo stesso tempo con questo verbo indichiamo il sollevarsi, lo scuotersi e il mettersi in movimento “con”, che non è solo sentimento ma azione e dinamica concreta. Un verbo dunque che esprime appieno il sentire e l’agire come unità quando siamo posti (o disposti) di fronte a situazioni che inevitabilmente ci toccano.

Con l’Avvento entriamo nel mistero dell’Incarnazione. Il Dio-con-noi che condividendo la fatica e la debolezza umana manifesta con la sua vita il suo essere Dio e indica quale sia la pienezza dell’umanità nel progetto di Dio Padre. Gesù partecipa delle nostre vicende, sente la gioia ed il dolore, l’oppressione e la liberazione. Il Signore della storiaentra nella nostra storia. Cammina con noi ed entra nelle nostre storie di uomini e donne, di ogni tempo e di ogni luogo.

Nell’Avvento prepariamo questa strada al Signore per permettergli ancora di parlare alla nostra umanità. Di incontrarlo nuovamente, sentendo il suo passo accanto al nostro, la sua storia nella nostra, il suo esempio che è misura e cifra dell’amore di Dio per l’umanità e sempre indicazione di vita piena ed abbondante nell’amore verso i fratelli. Ed è sull’esempio di Gesù e di questa “pedagogia divina” che non possiamo non sentirci chiamati ad un’azione di misericordia che passi per lo stare accanto a chi più fatica, a coloro che sono oppressi; a stare nei luoghi o nelle vicende dove la vita soffre e grida liberazione. Per questo abbiamo scelto il verbo commuovere per accompagnare il cammino di Avvento.

La Caritas propone cinque incontri, uno per settore, aperti a tutta la città per narrarci le nostre esperienze e le nostre fatiche nel vivere la commozione verso chi ci domanda e ci offre la sua misericordia. Questa stessa azione di discernimento e di riflessione verrà proposta alle comunità parrocchiali in modo che sia condivisa, come si ritiene più opportuno, anche oltre il periodo di Avvento. Il frutto di questo lavoro verrà partecipato a livello di comunità diocesana durante la veglia di preghiera promossa il 17 marzo in occasione del Giubileo degli operatori durante Settimana della Carità di Quaresima 2016.

  • 26 novembre, ore 19, SETTORE SUD INTERNO presso il Santuario del Divino Amore ( Via del Santuario, 10);
  • 27 novembre, ore 19, SETTORE NORD presso la Parrocchia di San Romano Martire (via delle Cave di Pietralata, 8126);
  • 27 novembre, ore 19, SETTORE OVEST presso la Parrocchia di Santa Lucia (Via di Santa Lucia, 5);
  • 1 dicembre, ore 19, SETTORE CENTRO presso la Parrocchia di Santa Croce in Gerusalemme (Piazza di Santa Croce in Gerusalemme, 12);
  • 3 dicembre, ore 19, SETTORE SUD ESTERNO presso la Parrocchia di Santa Monica (Piazza Santa Monica 1, Lido di Ostia);
  • 4 dicembre, ore 19, SETTORE EST presso la Parrocchia Dio Padre Misericordioso (Largo Terzo Millennio, 8)