IMG_2419

Il primo gruppo di ospiti dell’Ostello “don Luigi Di Liegro”

«Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare» (Mt 25,35). La parola del Vangelo ci ricorda che il pane dato al povero è dato a Gesù stesso. Egli lo riceve da noi, lo trasforma e ce lo ridona moltiplicato e arricchito di nuova forza: è il “pane quotidiano”, che il Signore ci ha insegnato a chiedere al Padre.

Martedì 12 gennaio 2016 ha riaperto dopo quasi 3 anni di lavori, con tanta fatica e non poche difficoltà, la mensa “san Giovanni Paolo II” della Caritas di Roma alla Stazione Termini.
Alla riapertura erano presenti oltre agli ospiti delle strutture Caritas e agli utenti che usufruiscono della mensa serale, il direttore della Caritas, monsignor Enrico Feroci, insieme ai numerosi operatori e volontari che ogni giorno prestano servizio sia nelle mense che nei centri di accoglienza.

L’emozione per tutti è stata grande: finalmente si ritorna in quel luogo per molti – me compreso – è la “casa”. La gioia era visibile e palpabile sui volti di tutti gli operatori e responsabili e su quello di don Enrico che insieme a tutti i volontari presenti ha voluto condividere un momento di preghiera, invocando la preghiera di Papa Francesco per il Giubileo, sottolineando il lavoro che i volontari svolgono ogni giorni per stare vicino a chi soffre, per portare un momento di gioia di conforto e ringraziandoli per la loro opera.

La preghiera alla riapertura della Mensa

La preghiera alla riapertura della Mensa

Alla fine della preghiera, uniti nella Misericordia di Dio Padre, abbiamo varcato la Porta Santa della Carità che proprio Papa Francesco ha aperto il 18 dicembre scorso.
Questo è stato il primo passo per la riapertura definitiva dell’Ostello “don Luigi Di Liegro”, nella medesima struttura, che è avvenuta il 14 gennaio con l’arrivo dei primi 12 ospiti per la notte provenienti dalla struttura della Cittadella della Carità. Quella sera alle ore 20 – presente anch’io in questo primo gruppo – una gioia ed una emozione molto forte ci ha preso tutti: per chi, come me, ha vissuto l’Ostello “vecchio” ritornare e vedere finalmente come è diventato bello, accogliente, confortevole, moderno e ci si ritorna per abitarci, per viverci, per condividerlo con gli altri ospiti, è veramente una gioia immensa.

Non per fare retorica o essere ripetitivo, oltre a voler ringraziare tutti, dico ancora una volta che dopo tanta fatica, dopo tante difficoltà, finalmente con immensa gioia e gratitudine si “ritorna a Casa”, sicuramente Don Luigi Di Liegro da lassù starà sorridendo insieme a noi.

Angelo Zurolo
Redattore di “Gocce di Marsala” il giornale dell’Ostello Caritas

Il video di TV2000 sull’apertura della Mensa