Caritas Roma chiede il ripristino del servizio trasporto all’asilo nido per i figli delle detenute

Rebibbia  Carcere Femminile.Rebibbia Prison WomenLa Caritas di Roma condivide l’appello dell’Associazione “A Roma Insieme” per il ripristino del servizio di “trasporto bambini ai nidi esterni al carcere di Rebibbia” sospeso dal IV Municipio di Roma.

Contrariamente a quanto apparso sulla stampa, si precisa che – pur in mancanza del servizio offerto dal Municipio – su invito della Direzione della Casa Circondariale Femminile Rebibbia, dal 1° novembre 2016 a tutt’oggi la Caritas di Roma si è fatta carico di far proseguire il servizio di trasporto, impegnando risorse e sostenendo i costi necessari affinché, dal lunedì al venerdì di ogni settimana, i bambini figli delle donne detenute possano fruire di questa importante opportunità.

La Caritas ritiene urgente che le istituzioni preposte procedano in tempi brevi a “mettere a bando” il servizio in oggetto, determinante affinché bambini, nei loro primi tre anni di vita, non vengano totalmente segregati in carcere per il tempo in cui le mamme scontano la loro pena.