Nei Municipi di Roma è possibile presentare la domanda, in allegato il modulo

Paper chain family protected in cupped handsDal primo dicembre, presso i Municipi di Roma, sarà possibile presentare domanda di accesso al nuovo reddito di inclusione (REI), la misura unica nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale che sostituisce il Sostegno all’inclusione attiva (Sia) e anche l’Asdi, l’Assegno di disoccupazione, con decorrenza dal 1° gennaio 2018.

Tale misura prevede un beneficio economico – massimo di 485 euro al mese per i nuclei più numerosi – erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.
Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite.

A beneficiare della misura saranno le famiglie con figli di minore età o con disabilità, donne in stato di gravidanza o i disoccupati over 55 in possesso di determinati requisiti.

Il nucleo richiedente dovrà soddisfare specifici requisiti di residenza e anagrafici, economici, di composizione del nucleo familiare e di compatibilità, specificamente dettagliati nella circolare INPS del 22 novembre, n. 172.

L’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale.

Coloro che, alla data del 1° dicembre 2017, stanno ancora percependo il SIA potranno presentare immediatamente domanda di REI o decidere di presentarla al termine della percezione del SIA, senza che dalla scelta derivi alcun pregiudizio di carattere economico.

La domanda di accesso alla prestazione potrà essere presentata dal 1° dicembre 2017, presso i Municipi utilizzando il modello (pdf 718KB) allegato. Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

Maggiori informazioni sul sito istituzionale del Comune di Roma