La Diocesi di Roma, attraverso il Centro per la cooperazione missionaria tra le Chiese e la Caritas diocesana, vorrebbe dar vita ad un gemellaggio con la Caritas della Georgia in segno di vicinanza e sostegno alla Chiesa locale. L’idea nasce dal desiderio di dar seguito all’amicizia che ha legato alcuni responsabili della Caritas georgiana a don Andrea Santoro, prete romano
ucciso in Turchia nel 2006.

Nei suoi anni di permanenza a Trabzon, in Turchia, don Andrea aveva infatti conosciuto ed incontrato la comunità cattolica di Batumi, in Georgia, ed aveva fatto riferimento a lei per meglio accompagnare le donne georgiane che, in cerca di fortuna, avevano scelto di vivere a Trabzon.

Alla luce dell’amicizia che ha legato le due realtà cristiane, nei giorni di permanenza in Georgia si prevede una visita a Trabzon, nei luoghi in cui don Andrea ha vissuto.