“L’Osservatore di strada” nasce all’Ostello

I residenti e i volontari della struttura protagonisti della nuova iniziativa editoriale della Santa Sede

Scarica il giornale in pdf

«Oggi viene distribuito qui in piazza il primo numero de “L’Osservatore di strada”, il nuovo mensile de “L’Osservatore Romano”. Ad annunciarlo ai 15mila fedeli riuniti in piazza San Pietro, durante l’Angelus nella festa dei Santi Pietro e Paolo, è stato il Papa. «In questo giornale – ha proseguito riferendosi all’ultima iniziativa editoriale della Santa Sede – gli ultimi diventano protagonisti: infatti, persone povere ed emarginate partecipano al lavoro di redazione, scrivendo, lasciandosi intervistare, illustrando le pagine di questo mensile, che viene offerto gratuitamente». Tra loro, da protagonisti, anche i residenti e i volontari dell’Ostello “Don Luigi Di Liegro” della redazione del mensile “Gocce di Marsala” realizzato nella struttura.

«Non è un giornale pensato per i senzatetto o per i poveri, ma con i senzatetto e con i poveri», aveva detto Andrea Tornielli, direttore editoriale del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, alla presentazione dell’iniziativa.

«È frutto di un bel gioco di squadra», aveva aggiunto Andrea Monda, direttore del quotidiano della Santa Sede. L’obiettivo, secondo il coordinatore Piero Di Domenicantonio, è «dare voce alle persone che solitamente non vengono ascoltate, per creare una relazione con chi nella società viene scartato». Tutto il ricavato del nuovo giornale di strada, che verrà distribuito la domenica in piazza San Pietro durante l’Angelus, ad offerta libera, andrà per i poveri e i senzatetto.