Alla Cittadella della Carità l’incontro con Mons. Benoni Ambarus e Sr. Elisa Kidané: un momento di riflessione sul messaggio del Papa


A conclusione del Mese della pace, tradizionalmente dedicato dalla Chiesa alla riflessione e alla preghiera sul tema, mercoledì 25 gennaio alla “Cittadella della Carità – Santa Giacinta” (in Via Casilina Vecchia 19, Metro C – Lodi) si svolgerà l’incontro “Nessuno può salvarsi da solo”. Un dialogo con mons. Benoni Ambarus, vescovo ausiliare di Roma, delegato per la Carità, e Suor Elisa Kidanè, direttrice del Centro Missionario di Roma, per approfondire il messaggio di Papa Francesco per la 56esima Giornata mondiale della pace: “Nessuno può salvarsi da solo. Ripartire dal Covid-19 per tracciare insieme sentieri di pace”.

Con le sue parole Papa Francesco ci riporta alla mente le immagini degli inizi della pandemia da Covid-19, quando il 27 marzo di tre anni fa, solo nel vuoto di una piazza San Pietro sferzata dalla pioggia e avvolta nel silenzio del primo lockdown, condusse un momento straordinario di preghiera con una meditazione che resta una delle riflessioni spirituali più intense e coinvolgenti della nostra epoca.

A distanza di tre anni, ci chiede di riflettere coraggiosamente su che cosa abbiamo imparato e su quali occasioni non abbiamo saputo cogliere. “Dai momenti di crisi non si esce mai uguali: se ne esce o migliori o peggiori”, ci aveva detto il Papa sin dall’inizio. Questo è il momento di chiederci, come singoli e come comunità: tre anni dopo, siamo migliori o peggiori?

L’evento, che si terrà dalle ore 18 alle ore 19:30, sarà trasmesso in streaming sui nostri canali Facebook e YouTube (@caritasdiroma). Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi all’Area Educazione al Volontariato e Cittadinanza Attiva della Caritas diocesana di Roma: telefono 06.88815150, e-mail volontariato@caritasroma.it.