Papa Francesco a Casal del Marmo

I giovani detenuti che frequentano i laboratori artigianali della Caritas preparano la festa per accogliere il Pontefice.

Un manufatto in legno, in linea con la tradizione francescana, ”rappresentativo dell’ estrema semplicità e umiltà di papa Francesco”. Così i ragazzi dell’ Istituto Penale per Minori di Casal del Marmo che frequentano i laboratori di formazione promossi dalla Caritas accoglieranno il pontefice in occasione della celebrazione della “Messa in Coena Domini”.

La sorpresa è stata svelata dalla coordinatrice Caritas all’interno dell’istituto di Casal del Marmo, Stefania Di Francesco, sottolineando come ”i giovani, appena saputa la notizia della visita del papa, erano contentissimi” e ”alcuni hanno anche detto ‘finalmente conosco un papà”.

All’interno del carcere ci sono circa 50 ragazzi che vanno dai 16 fino ai 21 anni con una buona rappresentanza di stranieri. La Caritas, ha spiegato Di Francesco, ”ha ormai da tempo istituito all’interno del carcere 4 laboratori: sartoria per le ragazze, tappezzeria, falegnameria e pizzeria.

I ragazzi che partecipano quotidianamente ai laboratori sono i più meritevoli e, sovente, quelli che debbono scontare le condanne più lunghe. Le pene, a differenza di un istituto di adulti, sono molto inferiori e possono andare da pochi mesi fino a qualche anno se sono stati commessi reati molto gravi”.

”Nessuno – ha proseguito la coordinatrice – si aspettava che papa Francesco venisse nel carcere di Casal del Marmo e la notizia è stata accolta in maniera molto positiva. Solitamente, quando le istituzioni visitano l’istituto, c’è il tempo di preparare un’accoglienza diversa invece in questa maniera il papa vedrà veramente la realtà dell’istituto”. I ragazzi, ha aggiunto la coordinatrice, ”pensano che il papa vada proprio per loro, per conoscerli e visitarli. Questo è ciò che li ha colpiti maggiormente”. All’interno del carcere minorile ci sono anche tanti giovani musulmani e di altre religioni che comunque ”hanno appreso la notizia con molta gioia poiché vedono nel papa, un rappresentante super partes”. Secondo la responsabile Caritas ”la messa si svolgerà nella chiesa dell’Istituto di Casal del Marmo. Quando venne Benedetto XVI la messa venne celebrata, però, nella palestra. Dalle ultime notizie che abbiamo, la lavanda dei piedi verrà comunque fatta nella piccola chiesa”.