L’orchestra “Chiave di Volta” in concerto per i senza dimora

Sabato 10 novembre un pomeriggio tra Mozart e Bach, Tchaikovsky e Haydn per gli ospiti della Comunità alloggio Santa Giacinta nel Santuario del Divino Amore.

Portare la bellezza della musica classica in quei luoghi dove solitamente non arriva, come le carceri, gli ospedali, le residenze per anziani, le scuole: è questa la missione dell’orchestra giovanile Chiave di Volta che il 10 novembre si è esibita per gli ospiti della Comunità alloggio Santa Giacinta presso il Santuario del Divino Amore.

L’iniziativa, promossa dai Pii Stabilimenti di Francia a Roma e Loreto con la Caritas di Roma, ha visto il patrocinio della Regione Lazio.

Formata da un gruppo eterogeneo di musicisti provenienti da diverse estrazioni culturali e sociali, l’orchestra ha saputo convogliare le proprie diversità̀ verso un progetto comune: utilizzare la musica come veicolo di comunicazione, strumento culturale, ma anche intrattenimento e incontro tra realtà̀ del territorio.

«L’idea è diventare portatori di una sorta di “musica a domicilio” – spiegano gli orchestrali -, dedicata a persone che abbiano, per i più̀ svariati motivi, scarsa mobilità, scarse occasioni, scarse possibilità̀, di trascorrere un pomeriggio tra Mozart e Bach, Tchaikovsky e Haydn».

Crediti foto: Alessandro Maria Martino