Una donazione dell’azienda assicurerà la spesa alimentare a 500 famiglie per un mese

IMG-20141218-00422Poste Italiane offre il proprio contributo concreto a favore di chi vive in situazione di disagio economico attraverso la donazione di 50 mila euro alla Caritas di Roma per assicurare a 500 nuclei familiari della Capitale la spesa alimentare di un mese. L’iniziativa di solidarietà è stata presentata il 18 dicembre dalla Presidente di Poste Italiane, Luisa Todini, e dal direttore della Caritas di Roma, monsignor Enrico Feroci, nella sede dell’Emporio della Solidarietà Caritas, in via Casilina Vecchia 19.

L’Emporio della solidarietà è stato istituito a Roma nel 2008 come prima esperienza in Europa del suo genere ed è strutturato come un supermercato di medie dimensioni a cui possono accedere gratuitamente persone indigenti che si rivolgono alle parrocchie e ai servizi diocesani. In seguito, ne sono sorti altri sette in altrettante regioni italiane. L’Emporio fornisce un aiuto fondamentale per la comunità che, nel corso dell’ultimo anno, ha assistito oltre 1.200 famiglie con 4.600 componenti.

Il direttore della Caritas, monsignor Enrico Feroci, ringrazia Poste Italiane per il contributo di 50 mila euro «un segno di solidarietà attraverso il quale una delle maggiori e più moderne aziende italiane ci affianca nelle iniziative di promozione e solidarietà. Con il sostegno di molte imprese, che ci donano le eccedenze o che ci mettono a disposizione beni e servizi, l’Emporio della solidarietà riesce ad aiutare nei bisogni primari migliaia di persone, realizzando un collegamento essenziale tra il mondo imprenditoriale e chi, purtroppo, è escluso dal sistema economico del Paese”.

IMG-20141218-00431“Per la sua naturale e istituzionale vicinanza alle persone Poste Italiane è un’azienda dalla forte anima sociale – commenta la Presidente, Luisa Todini – che si esprime con iniziative e interventi ispirati da grande responsabilità per il benessere delle comunità. Per questa ragione Poste Italiane ha colto subito con piacere l’opportunità di dare una mano alle famiglie romane in difficoltà con un gesto di solidarietà concreto e tangibile. Siamo felici – ha aggiunto la Presidente – di essere vicini alle iniziative Caritas e di sostenere l’opera dell’Emporio della Solidarietà collaborando alla sua azione in favore delle famiglie in difficoltà”.

Sono 130 mila le famiglie romane che non hanno sufficienti risorse alimentari per il proprio sostentamento, quasi mezzo milione di persone, un terzo delle quali bambini e ragazzi. Una situazione ben conosciuta  dalle comunità parrocchiali, chiamate sempre più spesso a confrontarsi con forme di disagio e povertà e a intervenire attivando servizi di distribuzione di emergenza.