Le linee pastorali della Diocesi: con la Caritas i segni di speranza

Una comunità in cammino che vive la missione e testimonia la speranza. È con questa vocazione che le comunità parrocchiali di Roma sono chiamate ad essere protagoniste attive per l’anno pastorale 2024-2025 le cui linee programmatiche sono state presentate il 24 giugno dal vicegerente Baldo Reina durante l’assemblea diocesana svoltasi nella Basilica di San Giovanni in Laterano al termine della Messa per la solennità della Natività di San Giovanni Battista.

Cinque i punti chiave del programma pastorale elaborato da vescovi, parroci, diaconi, operatori pastorali, laici e che verrà presentato alle parrocchie, nella sua versione definitiva, a metà settembre e poi il 1° ottobre nei vari settori:

  • corresponsabilità
  • formazione
  • missione e profezia
  • attenzione ai giovani
  • segni di speranza

I segni di speranza verranno realizzati con alcune opere-segno proposte dalla Caritas diocesana per contrastare la povertà in tutte le sue declinazioni. Quella educativa con l’istituzione di doposcuola in ogni parrocchia; quella abitativa, con la destinazione di un appartamento per ogni settore o prefettura al progetto di housing sociale; quella alimentare, potenziando gli empori della solidarietà. Per contrastare la povertà lavorativa si può incrementare il progetto Officina delle opportunità e per quella sanitaria sarà fatto «un appello alle istituzioni per offrire prestazioni gratuite» a chi è in difficoltà.

Di seguito il testo da scaricare: Linee di programmazione pastorale 2024-25