Un dossier della Caritas di Roma per la Giornata mondiale per i diritti dell’Infanzia

Scarica il DOSSIER

Scarica il DOSSIER

Si celebra il 20 novembre la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza per ricordare l’approvazione nel 1989 da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Un documento che enuncia per la prima volta, in forma chiara e coerente, i diritti fondamentali che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo per crescere bene, basati su quattro principi fondamentali: non discriminazione; superiore interessediritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino; ascolto delle opinioni del minore.

Dal 1988 la Caritas di Roma opera a sostegno dei minori in difficoltà: in questi anni 7.850 ragazzi sono transitati nelle strutture di prima accoglienza, nelle case famiglia, nelle comunità alloggio e nelle case di semi autonomia. Attualmente la Caritas ha attive a Roma tre strutture di prima accoglienza (Cpim) e due di seconda accoglienza. Nei primi 10 mesi del 2016 i minori accolti sono stati 340, principalmente di sesso maschile (94,8%): nello specifico 297 nei Centri di prima accoglienza e 33 nei servizi di seconda accoglienza. Dei 297 della prima accoglienza, 11 ragazzi avevano un procedimento penale e sono rimasti nei centri per un tempo medio di 13 giorni, più della metà erano di nazionalità italiana. I restanti erano minori stranieri non accompagnati, in attesa di definitiva sistemazione, di questi 204 egiziani (71%), dato che conferma come questa nazionalità sia, negli ultimi due anni, la più rappresentativa dei minori non accompagnati presenti in Italia.

In occasione della Giornata la Caritas di Roma ha realizzato il dossier informativo “I diritti negato dei minori stranieri non accompagnati” per riflettere – alla luce dei principi contenuti nella Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia – sulla situazione dei minori che arrivano in Italia: statistiche a livello nazionale e del contesto romano, considerazioni sulla situazione dei Paesi di origine, storie di vita e un’analisi delle prospettive future anche sulla base della Legge “Disposizioni in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati” approvata il 26 ottobre scorso alla Camera.

Per tutta la prossima settimana, inoltre, gli operatori e i volontari della Caritas proporranno degli incontri di riflessione sul tema dei diritti dell’infanzia nei territori della città di Roma nei quali sono presenti i Centri per Minori Stranieri non accompagnati. Destinatari saranno giovani adolescenti di scuole o realtà del quartiere che, coadiuvati dagli educatori, si confronteranno attraverso tecniche laboratoriali e giochi di ruolo. Al termine di ciascun incontro sarà proiettato il video-documentario “Sorry” di Rossella Alimenti, realizzato in collaborazione con i Centri di Pronta Accoglienza Minori. Ai diversi incontri prenderanno parte, come testimoni, anche alcuni dei minori ospiti nei Centri.