Custodi del Giardino. Una scuola di ecologia integrale

Un percorso interdisciplinare promosso dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium, Caritas di Roma, Greenaccord e Terra e Missione per educare le giovani generazioni al rispetto e alla cura del Creato. Sabato 24 febbraio il primo appuntamento.
Dopo il successo della prima edizione, torna il percorso interdisciplinare sull’ecologia integrale “Custodi del Giardino”, promosso dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium per favorire la sensibilità ecologica e sostenere la diffusione e l’applicazione del magistero di papa Francesco nelle encicliche Laudato Si’ e Laudate Deum.

Il filo conduttore degli incontri, organizzati in collaborazione con Caritas di Roma, Greenaccord e la rivista Terra e Missione e previsti per il secondo semestre dell’anno accademico 2023-2024, è il desiderio di dimostrare ai partecipanti che adottare stili di vita secondo l’ecologia integrale significa vivere un rapporto armonioso col prossimo e con la creazione.

Ognuno dei tre appuntamenti, che si svolgeranno nelle giornate di sabato 24 febbraio, 23 marzo e 20 aprile, i primi due presso la Facoltà e l’ultimo nell’Abbazia di San Paolo fuori le Mura, vedrà la partecipazione di ricercatori, giornalisti e testimoni/attivisti, chiamati a confrontarsi su un unico tema in modo interdisciplinare.

Il primo incontro affronterà il problema della relazione tra crisi climatica e rifugiati ambientali; il secondo presenterà l’esperienza di alcuni martiri per la giustizia ambientale e si discuterà di sfruttamento iniquo della terra e del lavoro umano; l’ultimo incontro affronterà il tema del diritto alla salute e dell’importanza di sviluppare un approccio olistico al benessere della persona all’interno della società.

Gli eventi si svolgeranno in forma gratuita e aperta a tutti, poiché il desiderio che anima la proposta consiste nel volere offrire una formazione ecologica accessibile a tutti gli uomini e le donne di buona volontà.

«Poter offrire una Scuola di ecologia integrale che si pone in continuità con il percorso interdisciplinare dello scorso anno è per noi motivo di grande soddisfazione – afferma Piera Ruffinatto, Preside della Facoltà Auxilium -, e sottolinea l’interesse costante della Facoltà per questo tema che è al centro delle preoccupazioni pastorali di papa Francesco e che tutti noi formatori abbiamo il dovere non solo di conoscere, ma di saper trasformare in concreti percorsi educativi per le nuove generazioni».

I giornalisti iscritti all’albo potranno avvalersi dell’iniziativa per il riconoscimento dei crediti formativi. Per seguire i corsi basterà iscriversi alla piattaforma per la formazione professionale continua dei giornalisti e fare una ricerca degli incontri nelle giornate previste. Il corso è rivolto anche agli studenti della facoltà, agli insegnanti e a tutti coloro che sono sensibili ai temi dell’ecologia integrale, previa registrazione online tramite il form dedicato.