Il Signore trasformi i cuori di pietra in cuori di sangue

Oltre 300 partecipanti alla Messa di Natale che si è svolta alla Cittadella della Carità

Messa“Immaginate cosa è significato per Maria partorire in una grotta. Una notte tremenda per lei ma per noi è stata una notte bellissima e la dobbiamo ringraziare di questo dono. Il Signore sa tirare fuori dalle cose che sembrano brutte una grande speranza”. E’ stato questo il messaggio del direttore della Caritas di Roma, monsignor Enrico Feroci, agli oltre trecento volontari, operatori e ospiti dei centri Caritas che hanno preso parte alla Messa di Natale che si è svolta il 24 dicembre alla Cittadella della Carità “Santa Giacinta”.

Tra gli partecipanti anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il sindaco di Roma, Ignazio Marino, è la neo assessore alle Politiche sociali del Comune, Francesca Danese.
Per l’occasione, monsignor Feroci ha celebrato con la casula che gli è stata donata dalle donne rom che frequentano il laboratorio di sartoria Rom Atelier promosso dalla Diocesi di Roma.

Per il direttore della Caritas “anche oggi che la situazione sembra brutta, nonostante tutto, noi abbiamo la speranza perché il Signore trasforma il nostro cuore di pietra in un cuore di carne. Solo chi è povero accetta il Signore. Dobbiamo liberare il cuore per far posto al Signore”.