Riportare armonia nel cuore del Creato

«Come le acque scorra il diritto e la giustizia come un torrente perenne» con queste parole del profeta Amos papa Francesco introduce il Tempo Ecumenico del Creato, che ci accompagnerà dal 1° settembre al 4 ottobre (testo integrale del Messaggio).

Un’immagine che con potenza racchiude l’essenza del messaggio di interconnessione tra Creato e umanità che Francesco ha lanciato con dolore nell’Enciclica Laudato si’ quando ci ricorda che «oggi non possiamo fare a meno di riconoscere che un vero approccio ecologico diventa sempre un approccio sociale, che deve integrare la giustizia nelle discussioni sull’ambiente, per ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri». (LS 49) e che ancora ci chiede un lungo cammino insieme.

In questo tempo siamo chiamati a riportare in armonia il battito del cuore del creato e del cuore di Dio, che oggi non battono insieme nella giustizia e nella pace con l’appello a stare a fianco delle vittime dell’ingiustizia ambientale e climatica, e a porre fine a questa insensata guerra al creato.

La via da percorrere è tracciata: dobbiamo decidere di trasformare i nostri cuori, i nostri stili di vita e le politiche pubbliche che governano le nostre società. Tre dimensioni interconnesse e inscindibili, in un percorso che, nascendo dalla conversione del nostro cuore esca con forza nel mondo traducendosi in scelte di vita concreta e nell’impegno a tradurle in scelte di politiche pubbliche. Su quest’ultimo punto non ci possono essere fraintendimenti: affinché il potente fiume continui a scorrere, dobbiamo trasformare le politiche pubbliche che governano le nostre società e modellano la vita dei giovani di oggi e di domani. Politiche economiche che favoriscono per pochi ricchezze scandalose e per molti condizioni di degrado decretano la fine della pace e della giustizia.

Il Tempo del Creato si chiuderà il 4 ottobre con una nuova, duplice apertura: la preannunciata pubblicazione di una esortazione apostolica che attualizzi i temi della Laudato Sì e l’avvio del Sinodo sulla Sinodalità.

Che questo Tempo allora sia fecondo per noi e le nostre comunità!

Laboratorio Ecologia Integrale
“Io, noi, tutti. La nostra casa è comune”